Caffè e postumi da sbornia

26 dicembre 2017

Caffè e postumi da sbornia: la caffeina è un rimedio efficace contro il malessere causato da eccesso di alcool.



Caffè e postumi da sbornia, un argomento utile in questi giorni di convivialità, sregolatezza e brindisi. Cene conviviali, aperitivi con gli amici, brindisi, pranzi con la famiglia caratterizzano il periodo natalizio, un momento in cui la nostra vita relazionale e affettiva raggiunge il suo acme. Le festività ci scaldano il cuore, annullano le distanze, ci invogliano alla condivisione e bandiscono la solitudine. Ma fra pasti luculliani ad alto tasso alcolico, brindisi, un amaro per digerire e un calice di rosso per accompagnare il rischio malessere, in questi giorni, è molto alto.

Letargia, problemi digestivi, mal di testa, nausea, ipersensibilità a odori, suoni, luci forti e senso generale di indisposizione, sono questi i sintomi, se ieri sera avete ceduto ai bagordi e bevuto un bicchiere di troppo.

Lo studio su caffè e postumi da sbornia



Michael Oshinsky e i suoi colleghi, ricercatori della Thomas Jefferson University di Philadelphia, hanno messo a punto uno studio per indagare la relazione fra caffè e postumi da sbornia, partendo da un esperimento in laboratorio.

L'esperimento prendeva la somministrazione di bassi dosi di alcool a cavie da laboratorio selezionate perché manifestavano predisposizione alle emicranie.

Bassi tassi di alcool su soggetti predisposti all'insorgere di mal di testa sono infatti sufficienti all'esplosione dei sintomi da sbornia.

Le cavie confermavano la tesi di partenza e infatti, reagivano alle dosi di alcool con la comparsa di malessere e mal di testa che venivano certificati attraverso i livelli di sensibilità della pelle attorno agli occhi. L'ipersensibilità della pelle attorno agli occhi, nei topi, è un indicatore di emicrania.

Per lenire il dolore ai topi veniva quindi somministrata un'aspirina, farmaco antinfiammatorio oppure della caffeina.

Le evidenze dello studio su caffè e postumi della sbornia



Aspirina e caffeina agiscono positivamente sul malessere causato da assunzione di alcool. In particolare hanno effetto perché inibiscono una sostanza chimica che il corpo secerne automaticamente quando si innalza il tasso alcolico. Questa sostanza, l'acetato, è un sottoprodotto della metabolizzazione dell'alcool. Caffeina e aspirina bloccano la produzione di acetato, responsabile dei sintomi del malessere dovuto a un consumo eccessivo di alcool.

Se vi capita, durante queste sere di festa, di esagerare con un bicchiere di troppo, circa 4 ore dopo il consumo di alcool, prendete un caffè o un'aspirina e bevete molto. La disidratazione infatti è un sintomo dei postumi dell'alcool ed uno dei responsabili del mal di testa.

0 commenti su “Caffè e postumi da sbornia

Lascia un commento

Or comments without registering

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.