Caffè, un film di Cristiano Bortone

24 agosto 2018

Caffè, un film di Cristiano Bortone dal respiro internazionale, è girato fra Italia, Belgio e Cina e racconta tre storie di incompletezza e ricerca della felicità con esiti diversi



Titolo



Caffè, un film di Cristiano Bortone, ha come protagonista proprio il caffè che diventa espediente narrativo per raccontare 3 storie ricche di umanità e contemporaneità.

Da un'intervista a Cristiano Bortone, scopriamo di più sulla sua scelta di far girare tutto intorno al caffè:

"Grazie ad un amico mi sono appassionato molto alla storia di questa bevanda universale, che molte persone non conoscono. Il caffè è legato alla resistenza dell’invasione turca in Europa; alla nascita dell’industrializzazione, per esempio in Inghilterra l’assicurazione Lloyd nacque come industria di caffè; alla rivoluzione francese che è stata programmata nei caffè parigini; all’America si ribellò all’Inghilterra buttò in mare le balle di tè, iniziando a bere il caffè per protesta. Il caffè ha tantissime sfumature, alla schiavitù al prodotto equo solidale, ed in oriente è diventato una forma di status symbol occidentale. Così ho iniziato a pensare che il caffè potesse essere una sorta di fil rouge e legare storie, in posti molto lontani nel mondo, in grado di raccontare i tempi che stiamo vivendo".

(fonte Cinemamio)

Trama



In Belgio l'iracheno Ahmed è alla ricerca di una preziosa caffettiera d'argento che gli è stata rubata.

In Italia Renzo, un barista appassionato di aromi di caffè, in attesa di un figlio dalla compagna, viene licenziato e va a Trieste nella speranza di trovare un lavoro presso un'importante azienda importatrice di caffè che gli restituisca la dignità persa.

In Cina Fei è un pragmatico manager di successo in attesa di convolare a nozze con la figlia di un importante imprenditore del settore chimico, a cui viene chiesto di risolvere le problematiche che bloccano la produzione di un impianto di proprietà del suocero. La fabbrica però è una minaccia ambientale per la comunità del luogo e per le piantagioni di caffè che si trovano intorno e che sono protagoniste del suo passato.

Recensione



Caffè è un film in cui si avverte la sincerità dell'intento, il desiderio di andare a leggere la complessità della realtà contemporanea attraverso un elemento unificatore quale è il caffè per centinaia di milioni di esseri umani. È proprio di loro che si vuole parlare con queste tre storie che vedono protagonisti contesti sociali estremamente diversi ma che in fondo si trovano a doversi quotidianamente confrontare con il dio Denaro che sembra condizionare i comportamenti di (quasi) tutti.

(fonte MYmovies.it)

Citazione



<<Papà perché ti piace così tanto il caffè? È così amaro.

Vedi, ogni popolo del mondo ha una bevanda amara. È un segno di Dio, che ci ricorda quanto sia difficile vivere secondo le sue regole.

Quando sarai grande scoprirai che il caffè non è solo amaro. È anche aspro, per darti la forza di lottare ogni giorno, ma se ti concentri e chiudi gli occhi, puoi sentire il suo profumo. È un modo per ricordarci di quanto sia meraviglioso e fragile il nostro mondo.>>

Tratto da Caffè, un film di Cristiano Bortone

0 commenti su “Caffè, un film di Cristiano Bortone

Lascia un commento

Or comments without registering

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.