Caffeina e circolazione sanguigna: benefici

22 agosto 2017

Caffeina e circolazione sanguigna non sono nemici, anzi. Recenti studi rivelano come l'assunzione di caffeina apporti benefici ai vasi sanguigni.

Caffeina e circolazione sanguigna: un nuovo studio ci dà ulteriori elementi per capire il ruolo di questa sostanza nel nostro organismo.I primi studi sulla relazione fra caffeina e circolazione basavano risultati e convinzioni sulle reazioni e sulle conseguenze per l'organismo immediatamente dopo l'assunzione: il dato di fatto era che, subito dopo aver bevuto un caffè, la pressione sanguigna aumentasse proprio per effetto della caffeina.La caffeina infatti interagiva con una sostanza chimica presente nel nostro organismo che mantiene dilatati i vasi sanguigni.Le evidenze scientifiche non erano quindi incoraggianti e si temeva che, nel lungo periodo di assunzione regolare, le conseguenze sarebbero state ben peggiori.Motivo per cui abbiamo sempre assistito in passato a moniti, da parte della comunità scientifica, sulle quantità di caffè da consumare.Ma oggi ne sappiamo di più, grazie certificati e conclamati studi e ricerche scientifiche di importanti istituti, caffeina e circolazione hanno un'interazione positiva evidente nel medio/lungo periodo.

Lo studio giapponese

 Ideato dal dottor Masato Tsutsui dal dipartimento di farmacologia dell’Università di Ryukyu di Okinawa, in Giappone coinvolse 27 soggetti senza rilevanti problemi di salute che non consumavano abitualmente caffè.Per valutare l'interazione fra caffeina e circolazione a ciascuno di loro fu monitorato il flusso sanguigno in un dito della mano e furono invitati a bere un caffè senza sapere se fosse decaffeinato o meno. La presenza o meno di caffeina era sconosciuta anche ai ricercatori.Grazie all'osservazione mediante esame Doppler è risultato un incremento del flusso sanguigno del 30% in chi aveva assunto caffeina circa 75 minuti dopo aver bevuto il caffè.

I risultati all'American Heart Association's Scientific Sessions

I risultati presentati all'American Heart Association hanno evidenziato l'apporto benefico della caffeina sulla circolazione sanguigna dei vasi minori, come ad esempio i capillari.Inoltre, è emerso anche che, a confronto con il decaffeinato, la caffeina aveva causato un aumento della pressione sanguigna dei partecipanti e rafforzato il rivestimento interno dei vasi sanguigni senza interferire con i livelli di frequenza cardiaca che erano uguali in entrambi i casi.Il dottor Tsutsui ha concluso che questi risultati forniscono “un indizio su come il caffè possa aiutare a migliorare la salute cardiovascolare”, “una nuova strategia di trattamento per le malattie cardiovascolari”.Per approfondire, leggi sul sito dell'American Heart Association   

0 commenti su “Caffeina e circolazione sanguigna: benefici

Lascia un commento

Or comments without registering

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.