Capsule e cialde: 5 differenze tecniche

27 giugno 2017

Quali sono le differenze principali fra capsule e cialde? Le analizziamo di seguito per permettervi di fare una scelta consapevole.



1. Aspetto e conservazione di capsule e cialde

Da questo punto di vista non ci sono differenze sostanziali fra capsule e cialde. Le caratteristiche produttive, affinate per garantire qualità del prodotto e sicurezza d’uso, sono più o meno equivalenti.

Le capsule sono costituite da un involucro di forma cilindrica e protette in bustine monodose. La particolare tecnica di produzione in atmosfera protettiva è efficace non soltanto per preservare il gusto e l’aroma del caffè in polvere contenuto all’interno, ma soprattutto per scongiurare la presenza di batteri e tenere lontani umidità, calore e aria. I materiali, alluminio o plastica, contribuiscono a garantire una protezione massima.

L’involucro delle cialde di caffè è invece costituito da due fogli di cellulosa, sigillati ermeticamente con lo stesso materiale e consolidato procedimento usato per imbustare il tè. Lo standard più comune è denominato Ese (Easy Serving Espresso). Il caffè torrefatto e macinato viene dosato, pressato e, anche qui, confezionato in atmosfera protettiva per garantire anche in questo caso igiene e qualità del prodotto.

2. Impatto ecologico

La prima vera differenza fra capsule e cialde interviene quando si parla di biodegrabilità.

Le capsule hanno un involucro di alluminio o plastica che conserva più a lungo aroma e gusto del caffè ma ne rende difficile lo smaltimento. La combinazione del materiale e dei residui di caffè contenuti all’interno lo rende un rifiuto indifferenziato. Materiali biodegradabili sono in fase di studio e di produzione, ma non c’è ancora uno standard univoco.

Le cialde sono invece riciclabili e compostabili al 100% essendo realizzate con materiali vegetali biodegradabili.

3. Versatilità

Le capsule sono personalizzate in base alla tipologia di macchinetta che avete scelto.

Questo significa che, se avete identificato miscela, consistenza e gusto che amate, la scelta di capsule e macchinetta abbinata non vi tradirà mai.

Le cialde invece sono create in base ad uno standard per quanto riguarda forma e materiali, motivo per cui sono adattabili a diversi tipi di macchinetta.

4. Gusto

E’ qui che si gioca la partita più agguerrita fra amanti di capsule e cialde.

Lo stesso atavico dubbio sul quale qualsiasi amante del caffè si è interrogato almeno una volta nella vita: espresso o moka?

Infatti le capsule rilasciano nella vostra tazzina un caffè le cui caratteristiche in termini di cremosità, densità e sapore sono assimilabili all’espresso da bar.

Le cialde vi restituiranno invece l’autentico piacere della caffettiera casalinga senza le complicazioni del caso. (pulizia quotidiana, usura più veloce, maggiore attenzione quando è in cottura e una preparazione più lunga).

Ma, badate, sono solo opinioni e ci piacerebbe conoscere anche la vostra!

5. Aroma

Anche in fatto di aroma esiste una differenza tangibile fra capsule e cialde.

La capsula infatti proprio per i materiali usati permette di differenziare e garantire una maggiore presenza di aromi che intervengono nel gusto. Il vostro caffè quindi potrà contenere un lieve accento speziato o un fugace retrogusto al cioccolato permettendovi di scoprire un mondo di sfumature da abbinare a momenti e orari diversi.

La cialda invece vi garantirà un gusto più tradizionale con gli odori e i sapori tipici della torrefazione, una scelta più integralista per chi non vuole interferenze di gusto.

0 commenti su “Capsule e cialde: 5 differenze tecniche

Lascia un commento

Or comments without registering

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.