Come conservare il caffè e il suo aroma

19 settembre 2017

Diverse sono le opinioni su come conservare il caffè correttamente, per preservare il suo aroma e il suo "carattere" il più a lungo possibile.



Avete appena aperto il packaging del caffè e un aroma speziato, deciso e tostato investe il vostro olfatto, facendolo capitolare... un'ondata di gusto, energia e benessere si riversa sui vostri sensi.

Come fare durare a lungo questa sensazione?

Sappiamo che il caffè in grani preserva il suo aroma, naturalmente, per appena 4 giorni, quello macinato, la cui superficie "attaccabile" è maggiore, perde buona parte del suo aroma in due ore, se esposto all'aria. Il caffè caldo invece mantiene il suo aroma per pochi minuti.

Come conservare il caffè mantenendo intatte le sue caratteristiche organolettiche?

Vediamo insieme i metodi più efficaci.

I nemici



In primo luogo, dobbiamo sapere da chi difenderci.

I nemici più agguerriti del caffè sono aria, umidità e luce, perchè lo irrancidiscono, compromettendone aroma e gusto.

L'irrancidimento è un fenomeno ossidativo, causato dall'azione di ossigeno, aria, umidità e luce che comporta l’alterazione dei cosiddetti costituenti volatili dell’aroma e dell’olio di caffè.

Quindi, che si tratti di cialde, capsule, macinato o grani, le regole sono le stesse:

  1. LONTANO DA FONTI DI CALORE: i fuochi, il frigorifero, gli elettrodomestici in generale generano calore così come le parti più soleggiate della vostra cucina; quindi barattoli o capsule vanno tenuti lontano da fonti di calore.


  2. LONTANO DALLA LUCE: cialde e capsule sono già equipaggiate con un packaging protettivo, ma assicuratevi che il barattolo in cui riponete il caffè macinato o in grani NON sia trasparente.


  3. LONTANO DALL'UMIDITÀ': posizionare capsule o barattoli in luogo umidi, ad esempio, sotto lo scolapiatti, li rende vulnerabili all'umidità. Quindi scegliere sempre contenitori a chiusura ermetica.


Conservare il caffè, in cialde, capsule o barattolo, su una mensola o nella dispensa è la soluzione migliore.

Frigorifero sì o no?



Se riporre o meno il caffè in frigo (o freezer) è una querelle delle più animate.

Evidenze scientifiche a favore: il freddo è un metodo di conservazione efficace per i grassi e gli olii di cui il caffè è ricco, quindi, in frigorifero, il caffè conserva meglio le proprietà organolettiche.

Evidenze scientifiche a sfavore: il frigorifero è un luogo pieno di umidità e odori che, se la confezione non è perfettamente ermetica, rischiano di condizionare aroma e gusto.

Il nostro consiglio è di riporlo in frigo soltanto in periodi di temperature molte calde.

Diversi esperimenti sono stati condotti su come conservare il caffè, qui ne trovate uno.

Fra tre campioni di caffè macinato, conservati in freezer, frigorifero e dispensa, il gusto più equilibrato e fedele alla miscela è stato ottenuto dal campione di caffè macinato, conservato in dispensa.

Inutile aggiungere che i packaging, dal design ad hoc, di cialde e capsule risolvano molti dei problemi di macinato e grani nel conservare il caffè.

 

0 commenti su “Come conservare il caffè e il suo aroma

Lascia un commento

Or comments without registering

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.