Costa d’Avorio: tour fra le zone produttive di caffè

28 dicembre 2018

La Costa d'Avorio è uno dei paesi con una ricca produzione di caffè, ma produzione e destinazione del prodotto lavorato si differenziano rispetto agli altri paesi di cui abbiamo parlato finora.

La Costa d'Avorio è la nuova tappa del nostro tour fra le zone di produzione del caffè.

A differenza degli altri paesi ricchi di piantagioni di caffè, il caffè coltivato e lavorato in Costa d'Avorio non viene venduto come caffè monorigine, bensì utilizzato per impreziosire altre miscele.

Il motivo principale è che produce solo caffè di qualità Robusta, coltivata con il metodo naturale.

La produzione è comunque importante, circa 1.700.000 sacchi vengono esportati ogni anno, che collocano la Costa d’Avorio tra i maggiori produttori di caffè.

Una quantità consistente del caffè prodotto viene impiegata per la produzione di caffè solubile.

Oltre alla Robusta viene coltivata l’Arabusta, un ibrido tra Arabica e Robusta creato negli anni Settanta per rispondere meglio al clima secco e alle malattie.

Il terroir



Per terroir (termine mutuato dal mondo enologico) si intendono le peculiarità del terreno di coltura, la tipologia di suolo, altezza e posizione, il livello di esposizione (ombra/sole) e il microclima presente.
Il clima in Costa d'Avorio è caldo-umido, in particolare si può distinguere clima subequatoriale sulla costa a sud, tropicale nel centro e arido nella parte settentrionale.


In generale l’altitudine delle coltivazioni si aggira intorno ai 300 – 400 mslm.
Fu Arthur Verdier, navigatore francese di lungo corso, a introdurre la pianta del caffè (tipologia Liberica)  nel 1885. Poco dopo, nel 1910, Beynis, coltivatore europeo importò un ceppo gabonese, che ebbe ampia diffusione particolare in Anyi, una delle regioni della Costa d'Avorio.


Ma fu quando, nel 1915, si iniziò a coltivare Robusta, la cui provenienza era Java e dal Congo Belga che le piantagioni iniziarono a fare numeri importanti: la Robusta infatti si dimostrò molto adatta al clima della Costa d'Avorio e resistente a malattie.


Una curiosità: i caffè della Costa D’Avorio devono rispettare determinate caratteristiche in base alle quali vengono classificati in Gradi e categorie a seconda di crivelli e difetti che presentano.


Il grado più alto è attribuito al Costa D’Avorio Robusta Gr.0 Categoria Excellence.


Altri criteri di selezione sono:


  • il caffè esportato deve essere privo di odori sgradevoli

  • non deve contenere chicchi neri, ciliegie

  • il numero dei difetti deve rispettare i limiti stabiliti dalla tavola dei difetti previsti per i caffè Robusta.


Il caffè della Costa D’Avorio di Grado 0 e 1 viene usato per arricchire le miscele per espresso di buona qualità, la sua presenza, anche se in quantità minima, serve per dare un po’ di corpo e crema al prodotto.


0 commenti su “Costa d’Avorio: tour fra le zone produttive di caffè

Lascia un commento

Or comments without registering

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.