Gatti, merletti e chicchi di caffè

22 giugno 2018

Gatti, merletti e chicchi di caffè: una gatta randagia e speciale è la voce narrante di questa storia di perdita e rinascita, molto tenera. Una scrittura semplice, ma densa di significati ne fanno il libro perfetto da assaporare durante l'estate.



Il titolo Gatti, merletti e chicchi di caffè



Gatti, merletti e chicchi di caffè sono i 3 elementi chiave della storia di Lily: Micina la gattina randagia, merletti ovvero gli abiti vintage che animano la boutique "C'era una volta" e il chicco di caffè che spinge la protagonista a prendere una decisione d'istinto che si rivelerà vincente.

La trama di Gatti, merletti e chicchi di caffè



Lily è una giovane donna di 40 anni che ha da poco perso il marito Josh in un incidente stradale. Per sfuggire al ricordo ossessivo del marito in cui la sua vecchia vita la imprigiona, decide di partire alla ricerca di ispirazione. In omaggio al passato porta con sé gli splendidi abiti vintage collezionati dal marito e dopo un lungo vagabondare approda sull'isola di Shelter dove, trovata la casa dei suoi sogni, decide di avviare una boutique di abiti vintage "C'era una volta". Aiutata e supportata da una gattina speciale riuscirà a lanciare il suo negozio, ad apprezzare nuovamente la vita e a trovare l'amore.

La recensione di Gatti, merletti e chicchi di caffè



<<Semplicità, un tocco di magia, la malinconia dei ricordi. Questo potrebbe essere il sottotitolo di Gatti, merletti e chicchi di caffè. E' un libricino carino che corre leggero, la narrazione si alterna tra Lily, la protagonista, e Micina, la bella gattona dal potere di "leggere i cuori". Ed è proprio quest'ultima a dare quel tocco di speciale a tutto il racconto. Spiriti vagabondi legati alle case, agli abiti, alle persone...ciò che il nostro occhio non vede per i nostri animali domestici sono ombre che si aggirano indisturbate.

La perdita di un grande amore, la ricerca di una nuova potenziale felicità nelle piccole cose, sono gli ingredienti per un romanzo per certi versi surreale, ma per altri decisamente "normale". Ci sono stati dei punti forse un po' frettolosi, qualcuno trascurato in favore di altri, ma si sa, un po' di incompletezza lascia più spazio all'immaginazione.>>

Fonte

La citazione



Le rivolse un sorriso cordiale e appoggiò un cioccolatino a forma di chicco di caffè sul coperchio del suo bicchiere da asporto.

«Il chicco magico» disse.

Il cioccolato iniziava già a sciogliersi. «A cosa serve?» chiese Lily.

«Mangialo. Potrebbe succedere qualsiasi cosa. I tuoi sogni più strani potrebbero avverarsi.» Il ragazzo le diede il resto e lei infilò le monete nel barattolo delle mance.

«Non sono sicura di avere un sogno strano.» Forse, se mangiava il chicco, Josh si sarebbe materializzato accanto a lei, vivo e vegeto.

«Coraggio! Tutti ne hanno uno. Assaggialo ed esprimi un desiderio.»

«Certi desideri sono destinati a non avverarsi mai.»

Il ragazzo si buttò lo strofinaccio sulla spalla. «La parola mai non esiste.»

Tratto da Gatti, merletti e chicchi di caffè

0 commenti su “Gatti, merletti e chicchi di caffè

Lascia un commento

Or comments without registering

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.