I sassi di Matera: un patrimonio italiano

2 marzo 2018

Matera, patrimonio dell'Unesco dal 1993, è un unicum nel patrimonio artistico e culturale italiano e vi consigliamo di visitarla



Matera, unica meta italiana fra i luoghi da visitare assolutamente nel 2018 secondo la più autorevole guida turistica al mondo, Lonely Planet, e al terzo posto fra i posti più interessanti di Italia, secondo il New York Times, è un luogo affascinante le cui radici storiche affondano nel paleolitico.

"Con le sue case in pietra dorata abbarbicate sui pendii di un profondo vallone, Matera regala uno spettacolo di grandissimo impatto. Ma questa è solo una parte del suo fascino: sotto la superficie si snoda un labirinto di grotte, chiese e monasteri rupestri che risalgono fino a 9000 anni fa, il che la rende una delle città attualmente abitate più antiche del mondo" Così la descrive il sito di Lonely Planet.

Matera, però, è anche una storia di grande riscatto e di riqualifica di cui andare fieri. Definita negli anni '50 "la vergogna d'Italia" da Carlo Levi che, nel suo libro Cristo si è fermato a Eboli, ne denunciava le pessime condizioni di vita dovute alla vertiginosa crescita demografica che si era verificata in quegli anni, ha saputo grazie ad un'illuminata amministrazione, nel corso degli anni, scrollarsi di dosso questa pessima reputazione fino a conquistare il prestigioso riconoscimento di Capitale Europea della Cultura per il 2019.

In compagnia di...



Grazie alla sua naturale conformazione ricca di grotte e di anfratti, Matera è un luogo da visitare assolutamente per far conoscere ai nostri figli, dal vivo, una parte fondamentale della nostra storia o per goderne l'atmosfera romantica e senza tempo nella quale è immersa o, ancora, per conoscerne la natura selvaggia che la avvolge e la sua gustosa gastronomia.

Dalla civiltà rupestre e i suoi insediamenti scavati nella roccia, passando per le tracce di matrice bizantina e orientale e le memorie normanne, Matera è un crocevia fra Rinascimento, Barocco, architettura romanica e l'impronta cristiana ambientate nel particolare unicum morfologico che caratterizza questa città.

I sassi di Matera, l'antico habitat rupestre, sono solo una parte del suo fascino (che vi consigliamo di visitare prenotando una guida che saprà illustrarvene la bellezza e la particolarità) e raccontano la capacità adattiva dell'uomo negli insediamenti scavati nella calcarenite, la splendente pietra chiara che rende Matera un luogo denso di luce, magico e fiabesco.

Bellissime le chiese rupestri scavate nella rocce, testimonianza dell'evoluzione dell'uomo dalla preistoria al cristianesimo.

Gustando...



Noi de ilcaffeitaliano.com vi consigliamo di scegliere un punto panoramico, ad esempio il belvedere vicino via Ridola che si affaccia sul Sasso Caveo (dove si trovano le chiese rupestri) e godere dell'eccezionale panorama che si snoda fra storia, arte, bellezza e natura selvaggia.

Accomodatevi e lasciate avvolgere dal fascino senza tempo di questo di luogo. Assaporate il vostro caffè espresso abbinato ad uno dei dolci tipici di Matera, le “strazzate”, dolcetti fatti con cacao, mandorle tostate, noce moscata, cannella, limone grattugiato e caffè amaro.

Un gusto dolce e amaro che sintetizza perfettamente l'anima di Matera, un territorio ostico adattato e convertito alla bellezza e all'arte, senza stravolgere la propria natura.

0 commenti su “I sassi di Matera: un patrimonio italiano

Lascia un commento

Or comments without registering

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.