Scarti di caffè: un nuovo tipo di carburante li riutilizza

12 dicembre 2017

Gli scarti di caffè di bar, hotel, ristoranti e privati sono alla base di una formula innovativa di carburante. Riduce l'inquinamento e ha già debuttato a Londra.



L'idea è stata partorita da una start-up britannica e Londra l'ha subito adottata: usare per il trasporto pubblico un innovativo carburante fatto da da scarti di caffè lavorati e benzina diesel. La nuova tipologia di carburante promette di ridurre l'inquinamento e i consumi.

La start-up britannica si chiama Bio-bean, in collaborazione con Shell e Argent Energy (leader nel mercato del biodiesel) ha sviluppato una formula per un carburante sperimentale a base di scarti di caffè lavorati, processati e miscelati a benzina diesel.

L'ideatore e socio di Bio-bean ha rivelato che l'idea gli è venuta quando ha saputo che solo a Londra si producono 200 mila tonnellate di fondi di caffè. Ogni inglese infatti beve circa 2,3 tazzine al giorno di caffè.

Da novembre 2017 i tradizionali bus di Londra, circa 10.000 in giro per la città, stanno sperimentando il nuovo tipo di carburante senza aver effettuato nessuna modifica al motore.

Come si produce carburante dagli scarti di caffè?



Bio-bean effettua lo stoccaggio e la raccolta dei fondi di caffè da hotel, ristoranti, bar e privati. Bio-bean .si occupa, successivamente, di farli seccare e di procedere all'estrazione dell'olio contenuto negli scarti di caffè.

A questo punto, l'olio di caffè viene mischiato ad altri biocarburanti e, infine, miscelato con la benzina diesel.

La Bio-bean ha già prodotto circa 6 mila litri di carburante, il consumo medio di un autobus a Londra in un anno, ma ovviamente la produzione è continua.

Bio-bean produce inoltre bastoncini combustili per stufe e camini. I bastoncini combustibili sono prodotti sempre utilizzando gli scarti di caffè.

Curiosità



Nonostante l'olio di caffè sia ricchissimo di aroma, una volta miscelato ad altri carburanti, lo perde. Quindi no, il carburante non profuma di caffè, se ve lo stavate chiedendo.

Oltre ad essere un esempio virtuoso di riciclo di rifiuti, la formula di Bio-bean permette anche di ridurre i costi: il carburante bio ha un'incidenza minore della benzina diesel di cui servono quantità minori. E di diminuire le emissioni inquinanti degli autobus, essendo un biocarburante.

Una scelta ad alto valore ecologico!

0 commenti su “Scarti di caffè: un nuovo tipo di carburante li riutilizza

Lascia un commento

Or comments without registering

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.