Yemen: tour fra le zone produttive del caffè

21 agosto 2018

Yemen: uno dei caffè migliori al mondo proviene proprio da questo paese: ha caratteristiche uniche, una storia antica e usi e costumi legati al caffè profondamente radicati



Lo Yemen si trova nella penisola arabica ed è stato per millenni un crocevia di culture e popoli, cruciale nello sviluppo di commercio e agricoltura, proprio perchè punto di incontro tra Africa, Medio Oriente e Asia, e snodo fondamentale nella cosiddetta rotta delle spezie.

Le prime notizie sul caffè yemenita risalgono più o meno a circa 500 anni fa dove fu importato dall'Etiopia. Apparteneva già alla cultura del mondo islamico, il suo nome arabo era qahwa, ovvero il “vino del Profeta”. La sua diffusione e il suo gradimento furono la leva necessaria per dare il via alla produzione autoctona, la posizione strategica e privilegiata in ambito commerciale del porto di Mokha rese lo Yemen un importante snodo di esportazione del caffè. Proprio dal nome del porto yemenita di Al Makha (Mokha) deriva il nome della famosa qualità Moka, termine che tuttora usiamo per definire la caffettiera presente in quasi tutte le abitazioni italiane.

Tuttavia fra gli yemeniti, la modalità di somministrazione del caffè è molto diversa da quella europea: si prepara un infuso spremendo le bucce dei chicchi, il cui nome è qishr e si beve masticando foglie di qàt, una pianta dalle rinomate proprietà stimolanti che amplifica gli effetti dell'infuso.

Dallo Yemen proviene la migliore qualità di caffè Arabica che oggi conosciamo.

Negli ultimi anni, il caffè yemenita è stato usato per accelerare il processo di pace per porre fine alla guerra civile che ha dilaniato questo splendido paese.

Il terroir yemenita



Per terroir (termine mutuato dal mondo enologico) si intendono le peculiarità del terreno di coltura, la tipologia di suolo, altezza e posizione, il livello di esposizione (ombra/sole) e il microclima presente.

Il territorio dello Yemen, situato in media al di sopra dei 2000 m, si affaccia sul Mar Rosso, ha una morfologia costiera, in parte alluvionale, in parte collinosa la cui profondità massima è di 80 km.

La tipologia montuosa della regione del Serat è particolarmente adatta alla coltivazione del caffè e del qat, grazie anche al maggiore apporto idrico, dovuto alle precipitazioni, che consente la coltura di frutti tropicali come il caffè.

Tipico del caffè yemenita è l'aroma di cioccolato che fa dell’Arabian Mocha uno dei più tradizionali e gustosi caffè a livello mondiale. Le due qualità di caffè più conosciute sul mercato sono Mattari e Sanani. La prima ha un corpo pieno e presenta al palato sfumature al gusto di cioccolato, il caffè Sanani invece è caratterizzato da una forte acidità che incide positivamente sul gusto.

0 commenti su “Yemen: tour fra le zone produttive del caffè

Lascia un commento

Or comments without registering

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.